Netflix o Amazon Prime Video: quale piattaforma scegliere?

di | Marzo 12, 2020

Il futuro dei film e delle serie TV passa attraverso lo streaming: milioni di persone ogni giorno godono di contenuti disponibili online 24 ore su 24. Un mercato, quello dello streaming, dominato da alcuni colossi del settore che hanno saputo giocare d’anticipo e offrire ai propri clienti un servizio sempre più efficiente.

Oggi due sono le piattaforme più popolari, Netflix e Amazon Prime Video. Netflix è ormai diventato lo streaming per antonomasia: il logo e i colori dell’interfaccia sono il simbolo di una generazione che, grazie allo streaming, può godere di ore ed ore di intrattenimento direttamente a casa propria.

netflix amazon prime video

Più recente è invece Amazon Prime Video che, come il nome lascia intuire, fa parte dell’universo Amazon. Il colosso dell’e-commerce ha deciso di dedicare parte delle sue risorse in una nuova piattaforma in grado di contrastare l’enorme successo di Netflix, offrendo un servizio dello stesso livello. Quale delle due piattaforme è la migliore?

Netflix o Amazon Prime Video: i costi

Prima di scegliere se abbonarsi a Netflix o Amazon Prime Video è giusto dare un’occhiata ai costi delle due piattaforme. Entrambe propongono degli abbonamenti: nel caso di Netflix possiamo scegliere tra ben tre tariffe diverse:

  1. Tariffa Base: e la più economica delle tre. Costa 7,99 euro al mese e permette di vedere tutti i film e le serie TV del catalogo Netflix senza limiti da qualsiasi dispositivo (PC, smartphone, tablet, smart TV). I limiti di questo piano sono l’assenza dell’alta definizione e la possibilità di poter guardare i contenuti su un solo dispositivo alla volta.
  2. Tariffa Standard: le condizioni sono le stesse della tariffa Base, ma in questo caso è possibile godere della risoluzione HD per tutti i contenuti e di usare fino a due dispositivi contemporaneamente. Il costo sale a 11,99 euro al mese.
  3. Tariffa Premium: è la più costosa delle tre con un prezzo pari a 15,99 euro al mese. Rispetto alla Standard troviamo la risoluzione UltraHD e la possibilità di utilizzare fino a quattro schermi contemporaneamente.

Amazon Prime Video, dal canto suo, ha due tipi di abbonamento: uno da 4,99 euro al mese, l’altro da 36 euro l’anno. Tra i due abbonamenti non c’è alcuna differenza, tranne ovviamente il risparmio per aver scelto una iscrizione più duratura. E’ interessante notare come abbonandosi a Prime Video ci si abboni contemporaneamente e senza costi aggiuntivi al servizio Amazon Prime.

Questo prevede spedizioni veloci e gratuite per milioni di prodotti presenti su Amazon, un servizio di streaming di brani musicali (Prime Music) e Amazon Now, un servizio di consegna in giornata per ora disponibile solo per un numero limitato di comuni. L’unico limite imposto allo streaming è dato dal non poter vedere più di tre video contemporaneamente dallo stesso account e non poter riprodurre contemporaneamente lo stesso contenuto su più di due dispositivi.

Netflix o Amazon Prime Video: il catalogo

Netflix ha una storia più lunga di Prime Video e quindi un catalogo più ampio. Può vantare di alcune esclusive eccezionali (alcune delle quali coprodotte dalla stessa Netflix) come le serie Stranger Things e BoJack Horseman e di moltissimi film in esclusiva.

netflix amazon prime video stranger things

Prime Video vanta un catalogo più limitato, ma comunque ampio e ricco di esclusive interessanti come la serie The Man in the High Castle. Può sembrare strano, ma anche una sola serie può indirizzare verso uno o verso l’altro abbonamento, magari anche solo per un mese.

Netflix o Amazon Prime Video: il verdetto

Nella sfida tra Neflix e Prime Video è difficile decretare un vincitore. Prime Video può contare su un abbonamento più economico e una serie di servizi aggiuntivi estremamente interessanti; Amazon Prime Video dal canto suo mette sul piatto della bilancia un catalogo ricco di contenuti di altissimo livello, ad oggi inarrivabile per tutte le altre piattaforme.

C’è da dire anche che, grazie alla possibilità data da alcuni abbonamenti di usare più dispositivi contemporaneamente, è possibile dividere i costi di Netflix tra più persone, rendendo il servizio più economico.

Dal punto di vista del solo streaming, in definitiva, la corona va a Netflix. Prime Video resta un’alternativa altrettanto valida soprattutto per chi cerca un pacchetto di servizi ricco ed economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.